Free website hits
 

Guida al VPN per principianti


cosa è vpn

Cosa è il VPN

Virtual Private Networking (VPN) è un pacchetto di tecnologie che:

  • Fornisce privacy nascondendo la tua attività internet dal tuo ISP (e dal governo)

  • Ti permette di evadere la censura (della tua scuola, ufficio, ISP o governo)

  • Ti permette di spostare virtualmente il posto da cui ti connetti per permetterti di accedere a servizi online che ingiustamente ti sono stati negati a causa della posizione geografica (per esempio quando sei in vacanza)

  • Ti protegge contro gli hacker quando usi un Internet cafe pubblico oppure in Wifi pubblico

  • Ti permette di scaricare P2P in anonimo.

Per poter usare un VPN devi innanzitutto iscriverti ad un servizio VPN, che di solito costa tra i 5 Euro e i 10 Euro al mese (con riduzioni fino a 2 Euro al mese se compri l’abbonamento per 6 o 12 mesi). Un contratto VPN è richiesto se desideri usare un servizio VPN.

Nota che usare un servizio VPN non sostituisce il bisogno di un ISP (Internet Service Provider), visto che è il tuo ISP che fornisce la linea Internet.

Commento su VPN commerciale e comporativo

La tecnologia VPN è stata sviluppata originariamente per permettere ai lavoratori in remoto di connettersi in sicurezza ai network aziendali per poter accedere alle risorse quando lavoravano lontano dal loro ufficio. Anche se il VPN viene ancora usato in questo modo, il termine adesso si riferisce all’uso commerciale dei servizi VPN che permettono agli utenti consumatori di accedere privatamente a Internet dai loro server.

Questo articolo (e tutta la sezione VPN sul nostro sito www.cloudstoragenews.it) si occupa esclusivamente dei servizi commerciali VPN ed il temrine non dovrebbe essere confuso con i network comprorativi.

Come funziona?

Normalmente, quando ti connetti ad Internet, ti connetti subito al tuo fornitore di linea telefonica che è anche la stessa compagina che ti fornisce Internet a casa o in ufficio. Questa linea si connette a tutti i siti web del mondo che desideri visitare. Tutto i ltuo traffico Internet passa da server del tuo fornitore di linea Internet (ISP) e quindi puo’ essere visto dal tuo ISP.

Quando usi un VPN ti connetti ai server gestiti dal tuo fornitore di VPN tramite una connesisone criptata (alcune volte viene chiamato “tunnel VPN”). Questo significa che tutti i dati che viaggiano dal tuo PC al server VPN sono criptati e soltanto tu ed il server VPN possono “vederli”. Questo porta una serie di conseguenze importanti:

1. Il tuo ISP (quello che ti fornisce la linea Internet), non puo’ sapere cosa stai facendo e dove navighi.

  • Non puo’ vedere i tuoi dati perchè sono criptati

  • Non puo’ vedere i tuoi siti che visiti perchè tutta l’attività di navigazione è gestita dal VPN. Il servizio di linea Internet puo’ solo sapere che sei connesso online, niente altro.

2. Nascondi la tua posizione tramite la connessione ad un altra località ed indirizzo IP.

  • Se il server VPN si trova in una località diversa dal paese in cui stai tu, il fornitore di linea Internet che usi (Fastweb per esempio) pensa che tu ti sia connesso da quel paese diverso dal tuo. Questo è il motivo per il quale i servezi VPN offrono diversi server in molti paesi.

  • Tutti coloro che monitorano la tua attività internet (governo, ufficio, scuola, ecc) possono soltanto vedere da quale server VPN ti sei connesso. Il tuo indirizzo IP è nascosto, mascherato dietro il paese dove si trova il server VPN. Quesot significa che nessuno conosce il tuo vero indirizzo IP.

3. Sei protetto anche quando usi WiFi pubblico.

La connessione Internet tra il tuo dispositivo ed il servizio VPN è criptata. Anche se un hacker in qualche modo riesce ad infiltrarsi ed intercettare I tuo idati, non ti devi preoccupare perchè sono tutti criptati.

4. Il tuo fornitore di VPN potrebbe sapere cosa fai su Internet.

  • Se riponi la tua fiducia sul VPN, sappi che le promesse di privacy e protezione del tuo anonimato sono spesso soddisfatte.

  • I servizi VPN che sono più attenti alla privacy usano tecnologie migliori per sapere il meno possibile su di te.

5. La tua connessione Interner rallenta perchè:

  • Criptare e decriptare i dati richiede energia. Questo significa che, tecnicamente parlando, più forte è la tua criptazione più lenta la tua connessione. Tuttavia, vista l’efficienza dei moderni computer, il problema è molto piccolo se paragonato alla...

  • Distanza extra nella quale devono viaggiare i tuoi dati. Usare un VPN introduce sempre qualche kilometro in più nel viaggio che i tuoi dati devono fare verso il server VPN. Più lontato è il server VPN più devono viaggiare i tuoi dati, più lenta è la connessione.

  • Se ti connetti da server VPN localizzati vicino alla tua postazione, ti puoi aspettare circa il 10% in meno della velocità Internet rispetto all’uso di Internet senza il VPN. Se ti connetti ad un server che sta dall’altra parte del globo, la percentuale puo’ solo aumentare.

Bisogna anche dire che alcuni servizi VPN sono migliori di altri per quanto riguarda la velocità di connessione. Ci sono fattiri che incidno nella velocità come energia spesa, banda larga disponibile e load (quante persone stanno usando lo stesso server nello stesso momento).

Per avere la performance migliore in termini di velocità VPN, dovresti connetterti dal server più vicino al sito che intendi usare oppure più vicino possibile alla tua località.

Per esempio, se volessi accedere a Netflix USA dall’Italia io mi connetterei ad un server localizzato negli USA ma più vicino possibile all’Italia (nella costa Est degli Stati Uniti come New York, sarebbe l’ideale).

È tutto legale?

Certo che si.In molti paesi i cittadini hanno il diritto legale alla privacy e da quanto ne so io, usare un servizio VPN è legale in tutto il mondo.

Alcuni paesi più repressivi, come la Cina e l’Iran, che non permettono la libertà di navigare su Internet, hanno bannato i servzivi VPN nel loro paese e provano sempre a bloccare utenti che si connettono al di fuori dei loro confini.

Anche in Cina, tuttavia, che ha il sistema di censura più sofisticato al mondo, non riesce a bloccare del tutto i servizi VPN, ma solo in maniera parziale.

In Europa, la minaccia del terrorismo ha spinto vari governi ad introdurre leggi di sorveglianza ed in molti paesi (come Francia e UK) i servizi VPN devono per legge tenere aperti i log di attività. Gli utenti VPN che vogliono la privacy devono quindi evitare servizi VPN basati in questi due paesi ed accedere a server di paesi dove i log non sono richiesti per legge.

Da dove inizio?

Esiste un numero impressionante di servizi VPN che vogliono la tua attenzione e purtroppo non tutti i VPN sono create uguali. La prima cosa che dovresti fare è quindi di controllare le nostre recensioni e consigli sul sito sui migliori VPN (siamo qui per questo!).

Probabilmente, la prima cosa da considerare è perchè ti serve un VPN. Desideri più privacy per navigare su Internet? Vuoi scaricare materiale senza che nessuno ti guardi? Vuoi evadere dalle grande muraglia cinese? O vuoi semplicemente guardare servizi di streaming dall’estero?

Anche se tutti i servizi VPN soddisfano bene o male queste esigenze, non esiste un servizio di VPN perfetto. Gli elementi che dovresti considerare sono i seguenti:

  • Prezzo (of course!)

  • Velocità – il VPN comporta sempre una perdità di velocità per via delle distanze enormi su cui viaggiano i tuoi dati e per la criptazione decriptazione degli stessi.

  • Privacy – tutti i VPN promettono privacy, ma cosa significa in realtà? Il VPN mi fa diventare anonimo?

  • Sicurezza – quanto sono buone le misure di sicurezza che proteggono dagli avversari (hacker, NSA, governi vari) che vogliono farzare l’accesso ai tuoi dati.

  • Numero di server/ paesi – Se hai bisogno di connetterti da server localizzati dappertutto, più ne offrono meglio è.

  • Numero di connessione simultanee – Alcuni fornitori di VPN ti fanno connettere un dispositivo alla volta, mentre altri più dispositive allo stesso tempo, il tuo PC, laptop, smartphone, Xbox.

  • Supporto tecnico – Molti utenti VPN conoscono solo le basi, quindi il support deve essere a) veloce nel rispondere alle tue domande e b) sapere spiegare problem tecnici complessi in parole semplici.

  • Prove gratuite e garanzia di rimborso: forse il modo migliore per decider è di provare tu stesso prima di comprare!

  • Software – Il client VPN non deve solo essere bello esteticamente, ma avere anche molte caratteristiche, le più codome son oil killswitch e la protezione contro DSN leak (spiegate di in questo articolo).

  • Supporto multi piattaforma – un servizio non serve a niente se non funziona su Windows, Apple e Linux.

Per iscriverti ad un VPN, visita semplicemente il loro sito web e segui i link. Il tuo fornitore di VPN ti fornisce le istruzioni su come fare a scaricare il client e le nostre recensioni hanno tutte una sezione “Processo” che ti spiega tutto il processo per l’iscrizione.

VPN gratuito

I VPN gratuiti esistono ma sono limitati moltissimo nelle funzioni oppure non sono affidabili perchè vendono i tuoi dati personali per soldi. Gestire un VPN non costa poco, quindi devi chiederti se un servizio VPN gratuito puo’ permettersi di operare. Come dice un vecchio detto, quando non paghi per un prodotto, il prodotto sei tu.

Detto questo, alcuni servizi gratuity possono essere decenti come Cyberghost per esempio, anche se molto limitato. VPNGate è anche ottimo e finanziato da volontari.

Dovresti comunque essere consapevole che nessun VPN gratuito ti offre la performance di uno a pagamento.

Visto che il prezzo mensile è cosi basso, 5 Euro sono il prezzo di una birra, io consiglio vivamente di orientarsi verso un servizio completo di tutte le funzioni.

Quanto sono al sicuro?

Criptazione

VPN ti protegge usando la criptazione. OpenVPN sembra essere la criptazione migliore, ce ne sono tante ma questo è un articolo per chi si approccia al VPN per la prima volta quindi parlero’ solo di questa. Altri articoli più dettagliati verranno scritti presto!

Il default minimo per OpenVPN è il seguente:

Handshake: RSA-2048

Hash authentication: SHA-1

Cipher: Blowfish-128

Questo è più che sufficiente per la maggiorparte degli utenti ma se sei il tipo di persona che si preoccupa dell’NSA, noi raccomandiamo come minim oil seguente:

VPN Protocol: OpenVPN with Perfect Forward Secrecy enabled

Handshake: RSA-2048

Hash authentication: SHA256

Cipher: AES-256

IP leaks e kill switches

Se il tuo VPN funziona come dovrebbe, allora dovrebbe anche nascondere completamente il tuo indirizzo IP. Purtroppo, per una serie di ragioni, non è sempre questo il caso. Se un sito web puo’ identificare il tuo indirizzo IP anche quando usi un VPN, hai quello che si chiama IP leak (fuoriuscita dell’indirizzo IP).

Per determinare se soffri di IP leak, visita www.ipleak.net. Se sei connesso ad un VPN e puoi vedere il tuo vero indirizzo IP allora c’è una fuoriuscita di IP. Cioè significa che il indirizzo IP è visibile pubblicamente a tutti.

Un problema correlato al leak di IP è il kill switch (letteralmente “interrutore d’emergenza”). Le connesisoni VPN possono ogni tanto interrompersi all’improvviso e senza nessun preavviso per varie ragione che non sto qui a spiegare. Con un buon VPN non succede molto spesso ma succede anche ai migliori. Se il tuo computer continua a rimanere connesso ad Internet dopo che la connessione è caduta, il tuo indirizzo IP potrebbe essere esposto.

La soluzione al problema si chiama kill switch, interruttore d’emergenza, che fa due cose a) monitora la connessione Internet e b) la spegne quando il VPN interrompe la navigazione oppure usa un firewall per prevenire che il traffico esca dal tuo computer al di fuori della tua connessione VPN.

Molti servizi di VPN includono l’opzione kill switch come parte della loro offerta software ma alter opzioni di terze parti sono anche disponibili. Alternativamente, se te la senti puoi anche configurare il tuo firewall.

Quando è meglio lo SmartDNS

Molte persone usano il VPN primariamente per evader le restrizoini geografiche e poter guardare programmi in streaming che di solito non sono permesse agli utenti internazionali, al di fuori di un certo paese ( si pensi a Netflix USA che non permette di vedere gli stessi film di Netflix Italia).

Se questa è la sola ragione per la quale ti serve un VPN e non sei interessato agli aspetti legati alla privacy e sicurezza del traffico web, allora forse è meglio se usi un servizio di SmartDNS.

SmartDNS si fonda su una tecnologia più sepmlice del VPN e non criptala tua connessione, cos ache lo fa diventare più veloce rispetto ad un VPN. Puo’ anche essere configurato su molti dispositivi che non funzionano su un client VPN, come Smart TV, consle di giochi, PlayStation, Xbox, Wii.

I servizi SmartDNS sono anche di solito più economici rispetto ai VPN.

Conclusione della guida al VPN per principianti

VPN è uno strumento molto versatile e con pcohi euro al mese migliora di molto la tua esperienza internet, diminuendo l’esposizione, aumentando l’anonimità e prevenendo spie governative.

La mia speranza è che questa guida ti faccia prendere decisioni informate su quale servizio VPN conviene usare a seconda dei tuoi bisogni.

Post rilevanti